Come analizzare il terreno

Come analizzare il terreno

Come analizzare il terreno significa determinare le sue caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche. Per fare questo nella propia casa servono pochi e semplici materiali:
– 1 rete metallica a maglie strette
– 1 Bilancia
– 1 foglio di carta
– 1 becher graduati
Come prima cosa bisogna prelevare una manciata di suolo che puoi ottenere facilmente setacciando il terreno con una rete a maglie strette. Poi si passerà a raccogliere il terriccio, pesarlo e registrare questo valore. A questo punto disponi il terreno su un foglio di carta e esponilo al sole. Così facendo evaporerà l’acqua e il terriccio si alleggerirà. Confrontando i due valori ottenuti si può determinare quanta percentuale di umidità ha il nostro terreno. Il terreno una volta asciutto si dividerà:
– 1 Se si presenterà prevalentemente roccioso vuole dire che è argilloso.
– 2 Se di colore grigio contiene prevalentemente sabbie silicee.
– 3 Se di colore Nero è humus.
Per capire i principali componenti bisogna versare il nostro terriccio in un cilindro graduato con dell’acqua, amalgamare il tutto e lasciarlo sedimentare. A questo punto noterai che le componenti del suolo si stratificano perché hanno pesi differenti:
– 1 L’humus galleggia formando una patina nera sull’acqua.
– 2 Le sabbie, più pesanti formano uno strato grigio sul fondo.
– 3 L’argilla forma uno strato rossiccio sopra la sabbia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO