Cerca Tartufi con atrezzo proibito, multato di 1700 euro

atrezzo proibito

Pietracupa. Stava raccogliendo tartufi scorzoni avvalendosi di un attrezzo proibito, un ‘vanghetto’ smontabile, non conforme alla legge regionale. Per questo un cercatore è stato multato dalla Forestale di Torella del Sannio ed il suo strumento è stato sequestrato. L’episodio nelle campagne di Pietracupa, in località “Salcitana”. La legge, la 24 del 2005, stabilisce che per la ricerca “è impiegato esclusivamente il ‘vanghetto’ o ‘vanghella’ di forma rettangolare di dimensioni massime di centimetri 15 per centimetri 6, con un lato inferiore atto al taglio e di forma rotondeggiante e l’altro lato inferiore rigido con l’asta. Per la raccolta del tartufo nero la forma del vanghello può essere anche a forchetta con denti cilindrici di centimetri 1 di diametro e appuntiti, con dimensioni massime sempre di centimetri 15 per 6”.
Un’altra norma non sempre rispettata è quella che prevede che “Le buche aperte per l’estrazione dei tartufi sono subito dopo riempite con la stessa terra rimossa ed il terreno regolarmente livellato”. E’ bene ricordare – scrivono dalla Forestale – che il non corretto utilizzo di questi attrezzi e soprattutto la lavorazione andante del terreno, pratica abbastanza diffusa ed illecita, finisce per arrecare notevoli danni agli ecosistemi tartufigeni.

Fonte: Primonumero.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO